Logo
BLOG & PRESS

PUBBLICAZIONI, TEMATICHE, ARTICOLI E ATTUALITA'

BLOG & PRESS

Aruba è down:Wilma, dammi la clava!

[ad#ad-1]

 

 

Premetto che non utilizzo Aruba per nessuno dei miei siti, pero’ mi metto nei panni di chi si affida a quello che è definito il primo provider italiano, e su questo non discuto. Pero’ di utenti arrabbiati ce ne stanno eccome: il down di oggi ha scatenato di nuovo le polemiche, dopo quanto successo alla fine di Aprile di quest’ anno, quando un principio d’ incendio nella webfarm mando’ giu’ i siti di mezza Italia.

Quello di oggi sembra essere un problema dovuto ad interventi di manutenzione eseguiti nella notte tra il 6 e il 7 Luglio che pero’ hanno avuto conseguenze fino ad oggi pomeriggio, situazione che sta tornando alla normalità ma forse un po’ troppo lentamente.

Quello che sta facendo infuriare di piu’ gli utenti è la  mancanza di comunicazioni ufficiali da parte di Aruba, latitante su Twitter e spesso irraggiungibile anche al servizio clienti. Nonostante alcuni siti siano tornati online, la stragrande maggioranza dei problemi riguardano i servizi di posta elettronica che hanno sicuramente bloccato il lavoro di molte persone con le conseguenze del caso.

E’ capitato anche a me di avere un paio di siti down con il mio servizio di hosting, durati anche qualche ora, ma quello che accade su Aruba da qualche tempo a questa parte è piuttosto grave; aldilà di un incidente che puo’ capitare, è chiaro come ci sia qualcosa che non funziona a dovere. Come dar torto a tutti quelli che minacciano di migrare altrove?

Non essendo un sistemista, non entro nel merito degli interventi effettuati, ma sicuramente ad Arezzo devono prendere seri provvedimenti affinchè queste continue problematiche quali down, attacchi informatici, problemi tecnici, rallentamenti, non si verifichino piu’ o perlomeno vengano limitati e circoscritti.

Un brand come quello di Aruba non puo’ permettersi queste cadute di stile, e parlo di comunicazione agli utenti oltre che il resto; ritrovarsi a non poter lavorare per un giorno intero  è sicuramente frustrante per quanti vivono con Internet e soprattutto irritante non ricevere informazioni adeguate su quello che sta accadendo.

Con tutti i problemi che già abbiamo (digital divide, bavagli, decreti, normative ecc..) ci manca solo che quelli che contano online ci lascino al buio. Allora vuol dire che in Italia siamo ancora alla preistoria? Wilma, dammi la clava!

 

[ad#ad-2]

Potrebbero interessarti questi altri articoli

É sempre gradito un tuo parere: lascia un commento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi