Logo
BLOG & PRESS

PUBBLICAZIONI, TEMATICHE, ARTICOLI E ATTUALITA'

BLOG & PRESS

L’ importanza di redigere un Business Plan.

Il business plan è uno dei primi documenti che andrebbe redatto prima di avviare una qualsiasi attività d’impresa con l’obiettivo di verificare la reale fattibilità di un idea imprenditoriale. Così come le semplici mappe mentali  aiutano a focalizzare attentamente concetti e azioni da compiere , in un buon business plan convergono più’ informazioni dettagliate e specifiche come informazioni di mercato , analisi del settore , valutazioni economiche e finanziarie. Si va quindi oltre la semplice bozza redatta in qualche oretta , ma piuttosto  di un vero e proprio lavoro di studio che spesso viene affidato a consulenti commerciali.

“Piano economico o finanziario” di un attività imprenditoriale è la descrizione giusta per capire l’importanza della stesura del business plan , che nella sua completezza deve essere anche chiaro , realistico, convincente e coerente. Ma quali sono le fasi che si intrecciano nella stesura di un business plan?

Ricerca

Un lavoro di stesura richiede una ricerca continua di informazioni , di dati , di opinioni che possono essere utili a riflettere sull’idea imprenditoriale e successivamente a costituire un impresa.L’aspirante imprenditore che non prende in considerazione questa fase dovrebbe rivedere e valutare attentamente le sue reali necessità e motivazioni che lo spingono ad avviare un attività. Solo una ricerca di dati , informazioni e il confronto con altre realtà simili permette di passare da un idea ad un progetto vero e proprio.

Analisi

Le informazioni raccolte vanno analizzate attentamente , possibilmente anche con l’aiuto di un consulente che saprà indicarci la strada da seguire per realizzare un determinato progetto. Può essere utile ovviamente avere un esperienza imprenditoriale precedente , ma soprattutto la conoscenza approfondita del settore dove si vuole operare. L’analisi permetterà quindi di avere un quadro abbastanza completo di quello che è la situazione attuale , decidendo quindi le formule e strategie da adottare.

Strategie

Una volta analizzate le informazioni necessarie si passa alla pianificazione di come avviare la propria attività e ovviamente farla rimanere nel tempo sul mercato. A essere chiara e convincente non deve essere solo l’idea di base del progetto dell’imprenditore , ma anche le varie formule  e strategie da adottare che saranno le basi fondamentali su cui modellare e costruire. Non è sufficiente quindi presentare una semplice iniziativa per aprire per esempio un Centro Estetico ma è necessario scegliere e definire i servizi da offrire ed elencare le strategie commerciali e di marketing.

Il business plan serve innanzitutto all’imprenditore per avere un quadro chiaro e preciso sul progetto e per valutare se ci sono le condizioni adatte alla sua realizzazione. Avremo quindi i seguenti obiettivi raggiunti con la sua stesura:

Valutazione dei rischi

Ogni idea o progetto ha una storia a sè e caratteristiche diverse ma indubbiamente tutte hanno il loro grado di rischio che viene fuori proprio dall’analisi di un buon business plan. I rischi correlati oltre che di carattere economico o di mercato, possono essere anche conducibili alla sfera personale dell’imprenditore ; nel caso per esempio di un progetto che richiede elevate risorse in termini di tempo o di gestione , l’imprenditore avrà una chiara panoramica su quello a cui andrà incontro e il prezzo da pagare , decidendo se rinunciare o proseguire. Nella seconda ipotesi però conoscerà già i rischi legati alla sua impresa e ciò’ gli permetterà di ridurli il più possibile agendo su cambiamenti anche in fase iniziale.

Ottenere contributi

Qualsiasi finanziatore con un pò di buon senso difficilmente metterà a disposizione le sue risorse economiche in un progetto senza sapere di cosa si tratta e senza avere una descrizione dettagliata di un piano d’azione. Allo stesso modo ottenere finanziamenti agevolati o contributi a fondo perduto diventa impossibile senza la presentazione di un buon business plan. Gli enti preposti ad erogare finanziamenti alle imprese spesso chiedono  la stesura di un piano seguendo precise linee guida ; pensiamo per esempio al “Prestito  d’onore” ,dove SviluppoItalia fornisce tutta la documentazione comprensiva di un business plan da compilare accuratamente.

Gestione dell’attività

Molto importante è la gestione dell’attività che può fare la differenza tra un successo e un fallimento. Essendo il business plan un piano preventivo, permette oltre che in fase di avvio e realizzazione di confrontare le varie fasi e operazioni, anche di analizzare l’andamento durante la vita aziendale, verificando per esempio eventuali previsioni fatte precedentemente , scostamenti e il perchè di varie problematiche.

Potrebbero interessarti questi altri articoli

É sempre gradito un tuo parere: lascia un commento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi